fbpx

Il corporate portrait: catturare l’essenza di un’azienda attraverso il volto dei lavoratori

corporate photography
Photo Credut: Guido Fuà

La ritrattistica aziendale rientra nella più generale fotografia corporate. Quest’ultima comprende tutto ciò che riproduce i tratti distintivi che qualificano un’impresa e può riferirsi ad ogni aspetto aziendale, dalla sede operativa ai collaboratori a lavoro. In quest’ottica, la fotografia assume principalmente un carattere strumentale con determinate finalità comunicative, anche se è opportuno precisare che la fotografia, per definizione, è pur sempre una forma d’arte che, come tale, richiede conoscenze approfondite ed una particolare visione creativa del mondo da parte del fotografo. La capacità della fotografia di imprimersi visivamente nella nostra mente favorisce, in ambito corporate, la trasmissione dei valori aziendali con un’immediatezza ineguagliabile rispetto alle parole o ai video e in tal senso, questo genere fotografico si configura come il biglietto da visita dell’impresa, una sorta di marcatore che esalta e comunica i valori e la reputazione attraverso una strategia decisa in via preventiva.

Principali caratteristiche del corporate portrait

Corporate portrait
Brunello Cucinelli, proprietario della Cucinelli SPA
Photo Credit: Guido Fuà

Per quanto riguarda la ritrattistica corporate, essa costituisce uno strumento in grado di mostrare al pubblico il volto della propria azienda. Poiché uno degli obiettivi aziendali è quello di differenziarsi dalla concorrenza cercando di rendere la propria realtà imprenditoriale più umana e quindi vicina a quella dei propri clienti attuali e potenziali, il fotografo può dimostrarsi un ottimo alleato in questo, mettendo a disposizione le sue abilità tecniche ed empatiche che lo supportano nel catturare l’essenza dell’impresa attraverso i volti di chi ci lavora. Mostrare il lato umano di un’organizzazione, puntando su coloro che le consentono di fare la differenza, costituisce la strategia vincente per avere una presenza online di qualità.

Il corporate portrait, lungi dall’essere una fotografia asettica, è un ritratto che racconta una storia, quella dell’azienda, attraverso le immagini dei propri dipendenti, dei diversi team di lavoro, dei manager, della proprietà e di tutti coloro che collaborano a vari livelli con l’organizzazione. Tale racconto e in generale queste fotografie, vengono appositamente progettate per fare storytelling, ossia per rivelare, tramite una narrazione per immagini, il lato umano dell’impresa. Per dimostrarsi credibili e mostrare la vera anima aziendale, lo storytelling per immagini deve essere reale: il fotografo deve essere in grado di immortalare le persone nel loro lavoro scattando in stile reportage oppure, qualora dovesse scattare un ritratto in posa, deve essere abile nel saper comunicare visivamente i valori, la mission e la vision aziendale. In tal senso, l’immagine e quindi la reputazione dell’impresa passano anche attraverso il corporate portrait, genere fotografico quindi funzionale agli scopi di branding (spesso anche di personal branding) e promozionali.

Luoghi di realizzazione del corporate portrait

I servizi fotografici di ritrattistica aziendale possono essere realizzati in diversi luoghi, che indentificano altrettante  forme di ritrattistica corporate:                                                                                   

Corporate portrait
Fabrizio Palermo, CEO di CDP. Photo Credit: Guido Fuà
  • Ritratto in posa. Questa tipologia di ritratto corporate viene realizzato in uno studio fotografico. Lavorare in una sala di posa dedicata e attrezzata consente di avere la massima libertà e riservatezza.
  • Ritratto in ufficio con fondale. Esso si riferisce a scatti effettuati negli uffici lavorativi dell’impresa. Il servizio può essere effettuato direttamente in azienda utilizzando come sfondo lo spazio dell’ufficio, in modo tale da creare un’ambientazione personalizzata, oppure può essere allestito un set fotografico interno, realizzato con uno sfondo monocromatico. Quest’ultimo rappresenta un ottimo modo per ottenere un’immagine armonica del team di lavoro, aiutando chi guarda a concentrarsi sullo specifico di ognuna delle figure professionali, senza eventuali distrazioni o disturbi dati dalla presenza di altre componenti esterne nella fotografia.
  • Ritratto ambientato. In questo caso specifico, si sfruttano gli spazi aziendali e degli uffici come sfondo dei ritratti, i quali conferiscono maggiore spontaneità e modernità agli scatti e alla propria immagine pubblica. I ritratti ambientati sul posto di lavoro sono un’aggiunta moderna al classico ritratto con fondale neutro e sono fotografie con un taglio editoriale.

Alcuni requisiti di un fotografo di corporate portrait

In questa sede vengono delineate le principali caratteristiche e abilità che deve possedere un fotografo professionista di questo genere fotografico. Innanzitutto, il fotografo deve presentarsi come un ritrattista esperto. Ogni professionista serio è in grado di affrontare diversi generi fotografici ma difficilmente eccelle in più di un campo, quindi, per un servizio di corporate portrait, è opportuno ingaggiare un fotografo esperto nella ritrattistica.

In secondo luogo, un bravo ritrattista deve avere la capacità di entrare in un rapporto empatico con la personalità del soggetto fotografato. Nel ritratto aziendale non è sempre consentito entrare troppo in profondità con i soggetti, di solito non se ne ha nemmeno il tempo, tuttavia in questo genere è fondamentale che il fotografo usi la sua capacità di essere empatico, di entrare in contatto con le persone e di catturare il momento giusto.

Inoltre, un abile fotografo ritrattista deve possedere delle buone capacità relazionali, che consentono di mettere a proprio agio i soggetti. Tuttavia, uno shooting di corporate portrait presenta maggiori complicazioni perché il fotografo trova dinnanzi a sé delle persone con competenze e formazioni differenti, che ricoprono diverse posizioni gerarchiche interne, ma che faranno lo shooting tutti insieme e quindi non si ha la possibilità di sviluppare un rapporto one to one più profondo con ciascuno.

Corporate portrait
Emilio Petroni, amministratore delegato di SISAL SPA ritratto insieme al suo staff.
Photo Credit: Guido Fuà

Tra le altre caratteristiche, il fotografo deve saper trasmettere una sensazione di autorità, di competenza, deve dirigere lo shooting con sicurezza e professionalità, bilanciandole con la sopra citata necessità di mettere a proprio agio i soggetti fotografati.

In ultima istanza, il ritrattista di corporate portrait si trova spesso a lavorare su uno o più set diversi tra loro per spazi, atmosfera, luce ed altri fattori per cui è richiesta al fotografo delle capacità di adattamento, di un certo grado di flessibilità. Il turnover del personale richiederà inoltre periodici interventi di aggiornamento, l’azienda dovrà sostituire alcuni ritratti con quelli di nuovi dipendenti e sarà necessario usare utilizzare lo stesso stile e replicare le medesime luci ed atmosfera. Per tale ragione, è fondamentale affidare il lavoro ad un professionista disponibile a tutte le varie integrazioni.

Fonti:

Liked this post? please spread the word!

Share on facebook
Share on twitter
Share on google
Share on whatsapp
Share on pinterest
Share on linkedin

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top
×

Hi!

Click the person below to chat on WhatsApp or send us an email to info@eikona.eu

×